Il progetto pilota di Prato

SHARE
Il Progetto ENCERTICUS
ENCERTICUS, rientra tra le azioni attuate nell’ambito del Programma MED della Commissione Europea.
Il Progetto intende sviluppare azioni finalizzate ad un uso razionale delle risorse energetiche nelle abitazioni dell’area Mediterranea e si propone di realizzare, sia il monitoraggio dei consumi nelle abitazioni, sia di fornire servizi informativi agli utenti, per contribuire a ridurre gli sprechi di energia negli alloggi sociali.

La partnership del Progetto, coordinata da CIMNE (Facoltà di Ingegneria di Barcellona) (SP), è composta da cinque partner in rappresentanza di enti, università e centri di ricerca di Italia, Francia e Spagna. Per l’Italia partecipa al Progetto il Consorzio Nazionale CasaQualità (http://www.casaqualita.it).
Attraverso tre Progetti Pilota localizzati in Italia, Francia e Spagna, ENCERTICUS intende dimostrare che anche nel caso di edifici energicamente sostenibili, la responsabilizzazione degli utenti è la chiave di volta per ottenere prestazioni energetiche superiori.

Nei Progetti Pilota, attraverso l’applicazione di sperimentate tecnologie di comunicazione (TIC - Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), facilmente utilizzabili e non invasive, sono fornite informazioni sui consumi energetici dei principali dispositivi presenti nelle abitazioni, consentendo agli utenti di mantenere un loro costante controllo, individuare come e dove intervenire per ridurli e diminuire il relativo costo.

Il Progetto Pilota Italiano e il sistema di monitoraggio
Il Progetto Pilota Italiano, coordinato dal Consorzio Nazionale CasaQualità, è composto da due edifici di edilizia sociale con tipologia a torre, localizzati in Prato - Località Galciana, realizzati da Cooperative di abitazione associate al Consorzio EDILCOOP (http://www.edilcoop.it).
Tali edifici, ultimati nell’anno 2007, sono composti da 18 alloggi in proprietà e 18 alloggi in locazione, distribuiti su sei piani oltre a parcheggi nel piano seminterrato.
Entrambi gli edifici hanno un sistema di riscaldamento centralizzato, mentre per la produzione di acqua calda sanitaria vengono utilizzate caldaie a condensazione singole.
Al Progetto Pilota sono direttamente interessati 15 alloggi (n.8 concessi in locazione e n.7 assegnati in proprietà), mentre altri 15 sono coinvolti come "Gruppo di controllo" per confrontare il cambiamento di comportamento degli utenti partecipanti alla sperimentazione rispetto agli altri. 
Il Sistema di monitoraggio impiegato consente di controllare in continuo la quantità di energia elettrica consumata, il relativo costo e la CO2 emessa.
Un “sensore” applicato al cavo del contatore elettrico posizionato all’interno dell’abitazione “misura” i consumi energetici che, tramite un “trasmettitore”, sono inviati, con connessione “wireless”, ad un “display”.
Analogamente, attraverso sei “spine intelligenti”, viene monitorato, utilizzando la stessa modalità di comunicazione, il consumo dei principali elettrodomestici presenti nell’abitazione.
Sul “display” sono visualizzati, complessivamente e per ciascun elettrodomestico sottoposto a monitoraggio, dati riguardanti la quantità di energia elettrica consumata, il relativo costo e la CO2 emessa.
I dati possono anche essere “trasferiti e rielaborati in remoto” attraverso apposito “servizio on-line” consentendo all’utente di visualizzarli su computer o smartphone. Attraverso tale servizio il rilevamento dei dati avviene ogni 15 minuti e l’archiviazione non ha alcuna limitazione temporale: è inoltre possibile visualizzare, giorno dopo giorno, una prima sintetica analisi, con raffronti e utili rappresentazioni grafiche.
Oltre alla consultazione dei dati “in remoto” è anche possibile verificare lo stato delle spine intelligenti e “gestirle a distanza” (accensione, spegnimento, temporizzazione).
Contestualmente al monitoraggio energetico, che rappresenta l’azione principale svolta nel’ambito del Progetto Pilota, viene anche effettuata la rilevazione dei consumi di acqua e di gas con l’obiettivo di suggerire agli Utenti possibili soluzioni per ridurre i consumi, eliminare gli sprechi e diminuire il costo delle bollette.
Detta rilevazione viene condotta periodicamente utilizzando dati rilevati dalle aziende fornitrici di acqua e di gas.  Allo studio l’applicazione, su un “alloggio di prova”, di un sistema di rilevazione che possa consentire all’Utente, similmente a quanto avviene per il monitoraggio energetico, di conoscere, ogni giorno e nel tempo, la quantità e il costo dell’acqua che viene consumata nella propria abitazione.
L’obiettivo consiste nel dimostrare che attraverso un’appropriata informazione degli Utenti è possibile abbattere i consumi complessivi di energia, acqua e gas di circa il 15%, senza modificare le esigenze di comfort e gli stili di vita delle persone che abitano l’alloggio.
L’organizzazione del monitoraggio
Gli Utenti coinvolti nella sperimentazione, della durata di un anno, sono diversamente organizzati a seconda la possibilità di attivare o meno il “servizio on-line”.
Nel caso di attivazione di tale servizio gli Utenti possono visualizzare i dati sia all’interno della propria abitazione (su “display” e su computer), sia all’esterno attraverso un qualsiasi browser internet. Per gli altri Utenti i dati sono disponibili esclusivamente su “display” posizionato all’interno dell’abitazione.
Nel primo caso i dati sono rappresentati sotto forma analitica, archiviati e accessibili senza alcuna limitazione di tempo; nel secondo caso sono riprodotti in modalità sintetica, archiviati e accessibili entro determinati limiti temporali.
Sia nell’uno che nell’altro caso, seppure con un diverso dettaglio e con riferimento al momento della consultazione e a periodi pregressi, sono disponibili le seguenti informazioni:
  • consumo energetico in tempo reale;
  • energia consumata, corrispondenti costi e CO2 emessa;
  • controllo dei costi sostenuti rispetto al budget impostato dall’Utente;
  • stato, andamento dei consumi e dei corrispondenti costi, rilevati per i dispositivi sottoposti a monitoraggio tramite “spine intelligenti”.
Per sviluppare i “Servizi Encerticus” e misurare l’efficacia dell’azione svolta, i consumi rilevati durante la sperimentazione vengono messi a confronto con quelli registrati, per lo stesso Utente, nell’anno solare precedente all’avvio della stessa. 
L’analisi dei dati, svolta mensilmente, consente di individuare le azioni da porre in atto per migliorare la gestione dei consumi relativi alle utenze domestiche e diminuire i costi relativi.
Tale analisi viene periodicamente trasmessa a ciascun Utente unitamente a informazioni e consigli per migliorare la gestione dei consumi di energia, acqua e gas all’interno della propria abitazione. Per sei mesi è prevista un’azione di “sostegno” personalizzato, che assicura a ciascun Utente di avere una sorta di “coaching individuale” per meglio individuare le possibili azioni per diminuire, sia i consumi delle utenze domestiche, sia il costo delle bollette.
Le informazioni derivanti dall’elaborazione dei dati monitorati permettono, sia di individuare eventuali anomalie e criticità derivanti da carenze nella manutenzione o da guasti, sia di rilevare, attraverso il confronto con situazioni similari, eventuali inefficienze nella gestione e utilizzo delle utenze domestiche.
L’azione di sostegno e di informazione viene periodicamente svolta sia in forma individuale che collettiva. 
Al fine di acquisire utili informazioni per l’analisi dei dati di monitoraggio, preliminarmente alla fase di impianto del sistema di rilevazione, sono acquisiti dati sulle principali caratteristiche tecnico costruttive ed impiantistiche sia dell’edificio, sia degli alloggi interessati alla sperimentazione.
In questa fase viene anche condotta un’indagine sulla composizione degli abitanti coinvolti nella sperimentazione, sulle loro abitudini rispetto all’uso di energia elettrica, acqua e gas, sul numero e la tipologia degli elettrodomestici presenti nell’abitazione. 
Attraverso l’esame dei dati di consumo e di costo registrati nelle bollette delle utenze domestiche, viene anche condotta un’analisi storica dei consumi e dei costi, nonché dei trend stagionali. 
Per partecipare alla sperimentazione, che è volontaria e gratuita, l’Utente selezionato deve sottoscrivere apposito Regolamento, impegnarsi a collaborare allo sviluppo delle azioni di Progetto e utilizzare periodicamente il Sistema di monitoraggio secondo le modalità previste, le informazioni ricevute per il suo funzionamento e quelle descritte nell’apposito Manuale d’uso.